RAPPORTO SOMMARIO DELLA CUSTODIA DI TERRA SANTA
su progetti e opere realizzati con la colletta 2020/2021


 

La Custodia di Terra Santa da secoli si impegna nella conservazione e la rivitalizzazione dei luoghi santi del cristianesimo nella Terra di Gesù e in tutto il Medio Oriente. Tra i vari obiettivi della missione francescana, si ricordano il sostegno e lo sviluppo della minoranza cristiana che vi abita, la conservazione e valorizzazione di aree archeologiche e santuari, l’intervento nei casi di emergenza, la liturgia nei luoghi di culto, le opere apostoliche e l’assistenza ai pellegrini. Anche per il biennio 2019/2020, la presenza francescana in Terra Santa, si è manifestata attraverso la progettazione, programmazione e l’esecuzione dei seguenti progetti e opere:
I. Opere rivolte ai pellegrini.
II. Opere rivolte a favore della comunità locale.
III. Rodi
IV. Progetti in Siria e Libano sostenuti da PTS Pro Terra Sancta
V. Stipendi ordinari della Custodia di Terra Santa

Le opere elencate sono state realizzate grazie a vari tipi di contributi economici, in primo luogo la Colletta del Venerdì Santo, poi le attività di fund raising della Franciscan Foundation for the Holy Land (FFHL) e associazione Pro Terra Sancta (PTS), ma anche di altri donatori privati e istituzionali, così come dagli introiti delle attività svolte.
Al momento in cui questa relazione viene redatta (gennaio 2022), qui a Gerusalemme come nel resto del mondo, il Covid-19 sta affliggendo fasce sempre più ampie di popolazione, con gravi ripercussioni sui sistemi sanitari, economici e anche sulla società e sulla vita della Chiesa. Noi ci troviamo ormai senza pellegrini dalla fine del febbraio 2020, e questo significa gravi difficoltà economiche per le comunità cristiane locali, per le famiglie dei cristiani e anche per la Custodia. Nel frattempo, cerchiamo di continuare la missione che ci è stata affidata sapendo che la Divina Provvidenza che qui ci ha voluti continuerà a prendersi cura di noi. Molte delle opere elencate perciò sono procedute a rilento e risultano “in fase di progettazione” ed è stata data priorità a interventi che avevano un risvolto e una ricaduta sociale.

OPERE RIVOLTE AI PELLEGRINI

Acri: edificio “Scuola materna”
• In corso la progettazione degli interventi di ristrutturazione dell’edificio “Scuola materna”, in previsione di rendere nuovamente abitabile l’appartamento in cui risiedevano le suore che gestivano l’opera.

Ain Karem: santuario della nascita di San Giovanni
• Completati i lavori di rifacimento della copertura della chiesa di San Giovanni Battista che comprendono il consolidamento delle volte in pietra.
• In corso i lavori di restauro della sacrestia e dei locali adiacenti che soffrono di seri problemi di umidità, con realizzazione di uno scannafosso drenante a protezione della parte interrata.
• In fase di progettazione il rifacimento delle altre coperture del convento.
• In fase di progettazione i lavori di restauro della chiesa ove previsti scavi archeologici.
• In fase di progettazione la messa in sicurezza dell’impianto elettrico dell’intero complesso che comprende convento, chiesa, seminario e accoglienza dei pellegrini. In fase di realizzazione la parte di impianto che interessa la sacrestia.

Ain Karem: santuario di San Giovanni nel Deserto
• In corso di realizzazione un master plan di interventi per la conservazione del santuario che comprende la regimentazione delle acque meteoriche nell’area circostante al convento.

Beit Sahour: Campo dei Pastori
• In corso di progettazione gli interventi per la conservazione e lo sviluppo del sito, un ampio intervento che comprende nuove cappelle esterne per le celebrazioni, la riqualificazione della grotta dei pastori, nuovi servizi igienici e infrastrutture.
• In fase di completamento i lavori per la realizzazione di nuovi servizi igienici con alcuni locali accessori che comprenderanno un piccolo souvenir shop, uno spazio di ristoro e una sala multifunzionale per piccole conferenze.
• In procinto di iniziare i lavori per la realizzazione delle nuove cappelle esterne per le celebrazioni dei pellegrini.
• In via di elaborazione anche un progetto di sistemazione della zona archeologica con ripresa anche degli scavi.

Betania: santuario di Casa di Marta, Maria e Lazzaro
• In fase di completamento il restauro e valorizzazione dei resti bizantini e medievali del convento di Betania attraverso: recupero delle aree degradate; formazione al restauro e impiego di 10 giovani palestinesi; sostegno alle attività imprenditoriali della locale associazione femminile; progetto didattico con le scuole primarie per la conoscenza dei siti religiosi e archeologici locali (sostenuto da PTS).

Betlemme: convento delle suore francescane
• In procinto di iniziare i lavori per la soluzione dei problemi di umidità di cui soffre il convento delle suore a causa di antiche cisterne presenti nel sottosuolo.

Betlemme: casa del fanciullo
• Rifacimento della dispensa, della cucina e della lavanderia per adeguarle alla normativa igienica e di sicurezza.

Cafarnao: santuario della Promessa eucaristica
• Realizzati i nuovi cartelli esplicativi e di segnaletica del santuario.

Emmaus Qubeibeh: santuario dei santi Simeone e Cleopa
• In corso interventi di manutenzione straordinaria per la conservazione delle strutture della chiesa, del convento e dell’ex-seminario.

Gerico: sito del Battesimo sul fiume Giordano
• In corso gli interventi di conservazione della proprietà a seguito del recente sminamento e della restituzione dell’area del santuario del Battesimo di Gesù.
• In corso la realizzazione un master plan di interventi per la valorizzazione e lo sviluppo del sito per l’accoglienza dei pellegrini.

Gerusalemme: basilica del Getsemani
• Terminati gli scavi archeologici che hanno messo in luce un bagno rituale del I secolo, una chiesetta bizantina del V secolo con iscrizione lapidea, il perimetro del monastero-ospizio medievale e vari reperti lapidei.
• In corso le rifiniture del tunnel e ascensori per i gruppi di pellegrini per collegare tramite percorso pedonale l’area della basilica e la Valle del Cedron.
• In corso i lavori per la realizzazione del centro servizi per i pellegrini nella Valle del Cedron.
• In procinto di iniziare i lavori per il nuovo sistema di illuminazione dell’esterno della basilica, promosso dalla Municipalità di Gerusalemme.
• In corso la progettazione di 3 cappelle esterne per le celebrazioni nel giardino del convento dell’Agonia.

Gerusalemme: basilica del Santo Sepolcro di nostro Signore
• In procinto di iniziare i lavori di restauro del pavimento della Basilica e delle relative infrastrutture, in accordo con Greci e Armeni ed in collaborazione con l’Università La Sapienza (Roma) e il Centro di Restauri di Venaria (TO).
• In corso di realizzazione la ristrutturazione completa del secondo piano del convento e la realizzazione di un ulteriore piano. Sarà possibile in tal modo aumentare il numero delle camere, risanarle e sanificarle e adeguarle agli attuali standard di illuminazione e ventilazione, nonché dotarle di servizi igienici.

Gerusalemme: centro parrocchiale
• In corso di progettazione interventi di razionalizzazione degli spazi del centro parrocchiale con dotazione di impianti e servizi adeguati.

Gerusalemme: Christian Information Center
• Proseguimento nella realizzazione di cinque sale didattiche multimediali per i pellegrini dedicata alla conoscenza del Santo Sepolcro.

Gerusalemme: Christian Media Center
• Completato il rinnovo degli uffici degli editor.
• Completato il rinnovo degli uffici dei giornalisti.

Gerusalemme: convento di San Salvatore

Infermeria
• Sostituito il vecchio sistema di scarico che causava problemi ad infermeria e convento sottostante.
• In fase di progettazione un nuovo impianto di climatizzazione ed acqua calda sanitaria.

Uffici
• Completata la ristrutturazione dei locali per lo spostamento del Souvenir Shop in vista della realizzazione del futuro museo.
• Completata la ristrutturazione dell’Ufficio Legale con realizzazione di un nuovo ufficio.

Convento
• Completato il rinnovo delle cucine del convento.
• Completati gli interventi di manutenzione straordinaria delle coperture.
• Completato il rinnovo del sistema di videosorveglianza.
• In procinto di iniziare i lavori di ristrutturazione della sala del capitolo.
• In procinto di iniziare i lavori di ampliamento della foresteria.

Gerusalemme: convento del Terra Sancta College
• Completati i lavori di ripristino delle condizioni di sicurezza della cappella per il degrado dovuto ad infiltrazioni di acqua dal tetto.
• Completato l’impianto di condizionamento di alcune stanze del convento.

Gerusalemme: Maria Bambina, casa di accoglienza per pellegrini
• Completati i lavori di messa in sicurezza dell’impianto elettrico.
• Completati i lavori di manutenzione straordinaria di una porzione dell’edificio con 6 camere.
• In procinto di iniziare i lavori di ristrutturazione della cucina/sala al piano primo, quale parte del master plan degli interventi per il miglioramento dell’accoglienza.

Gerusalemme: santuario del Dominus Flevit
• In corso di realizzazione un master plan degli interventi per il miglioramento dell’accoglienza di pellegrini e visitatori nel santuario.
• Completati i lavori di restauro di un edificio adiacente al convento che sarà utilizzato come sacrestia per la cappella esterna di prossima realizzazione.

Gerusalemme: Terra Santa Museum
• In corso di realizzazione un moderno centro museale per la valorizzazione del patrimonio artistico, archeologico e culturale francescano. Nell’area di circa 2500 m2 saranno compresi:
– Museo archeologico: I luoghi della Bibbia in Palestina (Convento della Flagellazione) (Terza fase)
– Museo storico: La Custodia Francescana di Terra Santa (Convento San Salvatore)
• Completati gli interventi di consolidamento strutturale dei locali che completeranno l’area museale presso il santuario della Flagellazione. In fase di completamento i lavori di finitura.
• In corso i lavori di consolidamento strutturale dell’area museale presso il convento di San Salvatore

Gerusalemme: convento della Flagellazione
• Completati gli interventi di messa in sicurezza dell’impianto elettrico del complesso conventuale con adozione di un nuovo generatore.

Monte Tabor: basilica della Trasfigurazione
• In corso di progettazione gli interventi generali per la conservazione del sito con creazione di un parcheggio interno al monastero, della strada di collegamento del parcheggio esterno con quello interno con marciapiede per disabili e dei servizi per i pellegrini.
• In corso di progettazione gli interventi per il recupero dell’edificio per l’accoglienza dei pellegrini.
• Completati gli interventi di consolidamento strutturale e restauro delle torri campanarie.

Naim: santuario della risurrezione della figlia della vedova
• In corso di realizzazione gli interventi per la riapertura e lo sviluppo del sito.
Nazareth: basilica dell’Annunciazione a Maria Santissima
• In fase di completamento la ristrutturazione di un intero piano del convento con adeguamento dell’impianti elettrico, di climatizzazione e di acqua calda sanitaria, con adozione di sistemi moderni e a basso consumo.

NB: Nella realizzazione delle opere, pur comportando un fattore di complicazione per via dei permessi da richiedere e dei vari lockdown, è stato privilegiato l’impiego di manodopera proveniente dalla West Bank per dare lavoro a cristiani di un territorio che non beneficia né di welfare né di ammortizzatori sociali e che in questi ultimi due anni sarebbero rimasti totalmente privi di risorse economiche.

OPERE RIVOLTE A FAVORE DELLA COMUNITÀ LOCALE

• Betlemme: Casa del fanciullo; Casa per 30 bambini di famiglie in difficoltà sociale, 20 interni (h 24) e 10 in accoglienza diurna.
• Finanziamento di 509 borse di studio universitario (284 dall’Economato custodiale e 225 dalla FFHL) per la durata di 4 anni, distribuite nelle diverse università (Betlemme, Università ebraica, Bir Zeit, Amman).
• Ausili per la messa in sicurezza delle attività di 10 piccole attività artigiane.
• A Betlemme e a Gerusalemme sono stati inviati in più occasioni aiuti economici supplementari per venire incontro ai costi sanitari delle famiglie e per generi di prima necessità.

Scuole:

Amman:
• Quest’anno non ci sono stati grossi lavori a causa del covid. L’accento era sull’insegnamento a distanza e sul seguire bene gli studenti. Tuttavia, è stata completata la ristrutturazione del centro vocazionale (ex seminario minore) trasformandolo in casa di accoglienza multifunzionale per ritiri spirituali e attività giovanili, numero dei posti letto 20, due sale per conferenze ben attrezzate, ascensore, ingrandimento della cappella, nuovo arredamento.

Betlemme:
• Sistemazione dell’aula polivalente Millenium.

Cana:
• In fase di completamento i lavori per la costruzione di una nuova scuola (terminate le opere strutturali). Il complesso comprenderà anche il centro parrocchiale e un parcheggio coperto per un’area di 5.000m2.

Gerusalemme – Saint Joseph School (Giaffa Gate):
• Completati i lavori di manutenzione straordinaria di alcune aule della scuola.

Gerusalemme – Terra Sancta School (Damascus Gate):
• In corso di realizzazione nuovi locali per strutture sportive al di sotto dell’ampio cortile della scuola, che ospiteranno una piscina, una palestra e campi da gioco sulla copertura dell’edificio. Questi locali saranno anche ad uso dei giovani della Città Vecchia.

Gerusalemme – Scuola Hellen Keller – Beth Hanina:
• Completata la ristrutturazione della scuola elementare dopo l’apertura della scuola materna (attualmente 400 alunni in totale).

Gerusalemme – Scuola Hellen Keller (scuola per ipovedenti):
• Completata la ristrutturazione della scuola.

Giaffa:
• In fase di completamento gli interventi di consolidamento strutturale e ristrutturazione di una porzione di edificio che accoglie 6 aule della scuola elementare.

Gerico:
• Risistemazione della biblioteca della scuola
• Acquisizione di tre maxischermi con accesso a internet per il kindergarten
• Acquisizione di 4 lavagne luminose per il kindergarten
• Realizzazione di un affresco attorno ai muri del kindergarten
• Realizzazione di un parcheggio per le biciclette del convento

Appartamenti per i bisognosi e le giovani coppie

Gerusalemme:
• Città Vecchia. Continua il lavoro di ristrutturazione delle case della Città Vecchia con lo scopo di migliorare le condizioni di vita dei residenti: ristrutturazione completa di 5 abitazioni; ristrutturazione parziale di 6 abitazioni; ristrutturazione degli esterni (facciate, coperture, ecc) di 5 edifici.
Dar al Consul renovation project. In fase di completamento di ristrutturazione del complesso residenziale nella Città Vecchia, con 42 appartamenti e un piano terra in disuso. L’area del progetto è di circa 2500m2:
o Classe A ristrutturazione con interventi maggiori per 16 abitazioni (in corso di cui 10 completati);
o Classe B ristrutturazione con interventi medi per 16 abitazioni (completati);
o Classe C ristrutturazione con interventi minori per 10 abitazioni (completati);
o ristrutturazione esterni di 6 edifici (in corso di cui 5 completati);
o completati anche i lavori di recupero dell’area sotterranea (1200 m2) con la valorizzazione dei ritrovamenti archeologici e la predisposizione di ambienti per i pellegrini e per attività economiche e culturali a livello locale, con speciali destinatari i giovani della Città Vecchia.
Dar el Kbire: in corso la procedura per l’ottenimento dei permessi per l’ampliamento dell’edificio di 300-400m2 e la progettazione dell’intervento migliorativo sulle 19 abitazioni esistenti e degli esterni (facciate, coperture, ecc.). L’area totale interessata dal progetto è di circa 2500m2.
Tumian Palace: in corso la procedura per l’ottenimento dei permessi per l’ampliamento dell’edificio con la realizzazione di 3 piani aggiuntivi e 800m2 ad uso residenziale e religioso.
Abu Geries: in corso la procedura per l’ottenimento dei permessi per l’ampliamento dell’edificio con la realizzazione di 750m2 destinati a uffici, ristorazione e negozi.
Pisgat Zeev housing project: in corso la procedura per l’ottenimento dei permessi per la costruzione del nuovo complesso residenziale con 70-80 unità abitative e 300m2 per uso commerciale.
Nazareth:
Karm el Sacheb housing Project: concluse la fase di progettazione e la procedura per l’ottenimento dei permessi per la realizzazione di un complesso residenziale, si avviano i lavori di realizzazione del progetto.

Altre opere culturali:

• Studium Biblicum Franciscanum. Ogni anno la Custodia di Terra Santa sostiene economicamente la Facoltà di Scienze Bibliche e di Archeologia dello Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme.
• Formazione di 49 studenti in scienze bibliche presso lo Studium Biblicum Franciscanum provenienti da varie parte del mondo e da province religiose e diocesi povere, ai quali la Custodia garantisce vitto e alloggio e una borsa di studio. Essi saranno destinati all’insegnamento della Sacra Scrittura in vari paesi del mondo.
• Christian Media Center. I servizi offerti comprendono: Website, completamente rinnovato, semplificato nell’uso ed ora mobile friendly; Terra Santa News notiziario settimanale che racconta fede, storia, attualità della Terra Santa; trasmesso da circa 35 emittenti nel mondo in 10 lingue (da quest’anno anche in cinese); documentari su temi sociali e religiosi, in diverse lingue; diretta di celebrazioni liturgiche ed eventi.
• Istituto di Musica Magnificat. Affiliato al Conservatorio di Vicenza il Magnificat promuove attività di ricerca e manifestazioni culturali a livello locale e internazionale. Accoglie più di 250 studenti cristiani, musulmani ed ebrei, guidati da circa 30 professori anche essi ebrei, cristiani e musulmani.
• Accoglienza nel Seminario Francescano Internazionale di San Salvatore a Gerusalemme e nel Seminario di Ain Karem e formazione teologica presso lo Studium Theologicum Jerosolymitanum di 31 giovani provenienti dalle varie Province dell’Ordine dei Frati Minori.
• Formazione di 60 giovani in formazione nella Custodia (dall’aspirandato agli studi specialistici).

RODI

• Aiuti in generi alimentari e di prima assistenza per i rifugiati che transitano per il centro di accoglienza temporanea di Rodi e quello di Kos.
• Rodi: distribuzione ebdomadaria di 530 pacchi alimentari e sanitari per i poveri greci e rifugiati.
• Inizio della riparazione del Centro pastorale di Kos dopo il terremoto.
• A causa della crisi economica in Grecia dal 2008 ad oggi, la Custodia:
o aiuta con sostengo psicologico i malati di cancro;
o offre lezione gratuite di inglese, greco e italiano per la popolazione locale;
o offre borse di studio per i giovani della parrocchia.

SIRIA E LIBANO: OPERE SOSTENUTE DA PRO TERRA SANCTA (PTS)

Siria

Aleppo

• 1) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Azizieh – Emergenza generale
Descrizione Progetto e attività: il social/emergency center attivato si occupa della distribuzione di cibo, assistenza medica, vouchers per acquistare gasolio per elettricità e riscaldamento, vestiti, detersivi e prodotti per l’igiene, pannolini e latte in polvere per bambini. 25 sono i volontari, per lo più giovani, 15 le persone che compongono lo staff più o meno permanente del centro. I beneficiari vengono individuati seguendo i seguenti criteri: situazione finanziaria e numero di componenti della famiglia; numero di bambini presenti nella famiglia e numero di anziani; vedove con bambini a carico o mariti in guerra. Nel corso del 2018-2020 si sono intensificati gli aiuti a supporto delle riparazioni delle case e a favore di negozi e piccole attività, per favorire una ripresa economica e del lavoro nella città, oltre ad un maggior supporto a studenti, insieme ad un sostegno per la prevenzione del Covid-19.

Beneficiari raggiunti 2020-2021
6.800 famiglie ricevono pacchi di cibo e non-food items, elettricità e acqua (incluse 500 famiglie con bambini neonati/piccoli + 100 bambini disabili musulmani).
4.500 famiglie ricevono supporto per elettricità.
8.500 persone aiutate con medicine e assistenza medica; 250 studenti aiutati economicamente con borse di studio e 120 studenti direttamente supportati con attività di doposcuola.
450 famiglie supportate per riparazione case (400 interventi di riparazione); 1300 case riparate in totale dal 2018 ad oggi.
280 negozi/piccole attività riabilitate.

• 2) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Azizieh – Pannelli solari

Beneficiari raggiunti 2020-2021
100 famiglie ricevono installazione di pannelli solari per elettricità e riscaldamento.
Costo 1 Pompa solare acqua
Costo 1 Pannello solare energia
• 3) Franciscan Care Center – Aleppo TSC

Descrizione Progetto
Il centro di riabilitazione psicologica per bambini, denominato Franciscan Care Center, è in funzione da Giugno 2018 presso alcuni dei locali del Terra Santa College (convento Sant’Antonio).
Le attività spaziano dall’arte terapia, musicoterapia, assistenza face to face, insegnamento di Inglese e Francese.
Il centro ha anche in gestione due centri/sportelli di aiuto aperti nella zona di Aleppo Est, in collaborazione con il Muftì e il Mukthar della zona, per assistere i bambini orfani di quell’area e non ancora registrati
all’anagrafe – il progetto è denominato: “Un nome un futuro”, che ha raccolto l’adesione di ca. 1.200
bambini e 600 donne madri.

Beneficiari raggiunti
25.000 persone/bambini hanno usufruito liberamente degli spazi e della piscina nel corso del 2019-2021.
1.000 bambini iscritti e assistiti presso il centro di riabilitazione del Terra Sancta College.
24 persone locali specializzate coinvolte nel centro (educatori, insegnanti, psicologi, allenatori, artisti).

• 4) Franciscan Care Center – Centri di Aleppo est

Descrizione Progetto
Due centri/sportelli di aiuto aperti nella zona di Aleppo Est, in collaborazione con il Muftì e il Mukthar della zona, per assistere i bambini orfani di quell’area e non ancora registrati all’anagrafe – il progetto è denominato: “Un nome un futuro”, che ha raccolto l’adesione di ca. 1.200 bambini e 600 donne madri

Beneficiari raggiunti
1.200 bambini/orfani di Aleppo est aiutati e seguiti nei due centri
600 donne di Aleppo est sostenute e formate.
43 persone locali specializzate coinvolti nelle 3 sedi del centro (educatori, insegnanti, psicologi, allenatori, artisti).

• 5) Scuola del Rosario – Aleppo

Descrizione Progetto
Copertura di parte delle spese correnti annuali della Scuola del Rosario (Rosary School) di Aleppo: copertura del 50% dello stipendio mensile delle maestre; acquisto di computer, banchi e materiale scolastico; costi di mantenimento e spese generali della struttura; aiuto alle famiglie più bisognose per le attività extrascolastiche e di dopo-scuola per i bambini con difficoltà di apprendimento.

Beneficiari raggiunti
300 bambini e relative famiglie
33 insegnanti

Hama

• 6) Franciscan Care Center – Centro di riabilitazione psicologica per bambini

Descrizione Progetto
Il centro di riabilitazione psicologica per bambini, denominato Franciscan Care Center, è in funzione da Giugno 2018 presso alcuni dei locali del Terra Santa College (convento Sant’Antonio) che sono stati completamente ristrutturati ed adibiti a classi di apprendimento e spazi per attività di riabilitazione.

Beneficiari raggiunti
200 bambini iscritti e assistiti presso il centro di riabilitazione di Hama, in maggioranza musulmani.
15 persone locali specializzate coinvolti (educatori, insegnanti, psicologi, allenatori, artisti).

Damasco

• 7) Centro di Pro Terra Sancta Dar Bulus – Progetto Emergenza

Descrizione Progetto
Presso il centro Pro Terra Sancta è stato attivato un social/emergency center, il quale si occupa della distribuzione di vouchers per l’acquisto di cibo, medicine e supporto per le ricette mediche, gasolio per elettricità e riscaldamento, vestiti, detersivi e prodotti per l’igiene, pannolini e latte in polvere per bambini.
Il centro ha trovato un accordo con una decina di negozi alimentari e farmacie per l’acquisto attraverso vouchers e il successivo pagamento mensile. I beneficiari vengono individuati seguendo i seguenti criteri: situazione finanziaria e numero di componenti della famiglia; numero di bambini presenti nella famiglia e numero di anziani; vedove con bambini a carico; madri con marito in guerra.

Beneficiari raggiunti
700 famiglie supportate con food e non-food items ogni mese e 600 persone aiutate con assistenza medico/sanitaria e medicine; 200 famiglie con bambini neonati aiutate per spese latte/pannolini.
250 studenti supportati con borse di studio e materiale scolastico.

• 8) Centro di Pro Terra Sancta Dar Bulus – Progetto formazione, sviluppo e lavoro

Descrizione Progetto
Presso il centro Pro Terra Sancta è stato avviato uno sportello di aiuto al lavoro, che ha previsto l’offerta di un corso di formazioni per badanti, con successivo inserimento lavorativo, e un corso di formazione di business startup offerto a giovani selezionati con successivo grant di supporto alle idee più originali e sostenibili.

Beneficiari raggiunti
20 giovani formati e accompagnati a trovare lavoro come badanti specializzati nell’assistenza ad anziani
20 giovani startupper formati e 8 giovani aiutati con un fondo per far partire le proprie attività.

• 9) Centro di accoglienza e assistenza medica – Tabbaleh

Descrizione Progetto
Supporto e aiuto alle attività di assistenza per i malati accolti presso il centro francescano di Tabbaleh. Il complesso possiede 24 stanze, e da alcuni anni ospita malati gravi che devono sostenere trattamenti medici di lungo periodo presso ospedali a Damasco: copertura di parte dei trattamenti medici; acquisto di medicine e copertura spese stanze della struttura; spese per garantire un pasto al giorno. Si intende aumentare il numero di malati aiutati e assistiti.

Beneficiari raggiunti
140 persone malate ospitate presso il centro annualmente.
120 persone aiutate con la distribuzione di medicine e copertura costi di operazioni e ricoveri.

• 10) Asilo del Memoriale – Tabbaleh

Descrizione Progetto
Supporto e aiuto all’asilo di Tabbaleh. L’asilo si trova presso alcuni locali del complesso del convento dei francescani. Consta di 6 classi per i bambini dai 2,5 ai 5 anni, per un totale di 140 bambini, 10 maestre e 2 impiegati per segreteria/pulizie. Il progetto ha sostenuto l’asilo attraverso le seguenti attività: acquisto di 150 sedie e tavoli nuovi (9 tavoli e 50 sedie per classe); acquisto di generatore elettrico; acquisto di materiali generali; pagamento del 20% del salario mensile delle maestre; ristrutturazione di alcuni locali in stato di degrado.

Beneficiari raggiunti
140 bambini e le rispettive famiglie.
10 maestre e 2 impiegati locali della scuola.

• 11) Syrian Music Center – Tabbaleh

Descrizione Progetto
All’inizio del 2018 è stato creato il Franciscan Music Center, una piccola scuola di musica, sorta nei locali in disuso del complesso del convento. Il centro è nato in collaborazione un pianista locale e direttore del “Centro di armonia per l’educazione musicale di Damasco”. Sono proposti ai bambini e ragazzini siriani corsi di chitarra, pianoforte, violino e batteria. ProTS sostiene i costi correnti, l’acquisto di strumenti musicali e parte degli stipendi degli insegnanti.

Beneficiari raggiunti
100 bambini + 8 Insegnanti locali di musica.

• 12) PSS activities for youth – Tabbaleh

Descrizione Progetto
In collaborazione con CRS, possibilità di aggiungere un terzo piano sopra l’asilo, per creare 1-2 saloni per attività PSS per giovani a Damasco. CRS si è detta interessata e disponibile a considerare budget per costruzioni/implementazione. Il salone creato aiuterebbe anche per le attività dell’asilo, in particolare in inverno.

Beneficiari raggiunti
100 giovani.

• 13) Centro di assistenza medica

Descrizione Progetto
Nel quartiere di Jaramana, uno dei quartieri più poveri di Damasco, sorge dal 2015 lo studio medico attivo 5 ore al giorno per 5 giorni a settimana e specializzato in esami del sangue, studio del sangue periferico, aspirazione del midollo osseo, biopsia del midollo osseo. I pazienti provenienti da famiglie povere e bisognosi di assistenza medica sono cresciuti esponenzialmente a partire dalla fine del 2016. Per questa ragione ProTS, in accordo con la parrocchia dei francescani di Bab Touma, ha deciso di supportare il centro medico, coprendo le spese correnti e generali della struttura e in particolare offrendo assistenza economica ai pazienti più poveri e in gravi condizioni.

Beneficiari raggiunti
4.000 pazienti assistiti e curati presso la struttura.
2 dottori e 4 infermiere impiegate presso il centro medico.

• 14) Asilo di San George – Maaloula

Descrizione Progetto
Maaloula è un piccolo villaggio nel governatorato di Rif Dimashq a 56 km a nord-est di Damasco. L’asilo di St. George è all’interno del complesso della chiesa cattolica greco-melchita St. George e rappresenta l’unica realtà educativa rivolta ai più piccoli ancora funzionante nell’area. L’edificio è molto modesto e ad oggi l’asilo consiste in 5 classi e dei bagni adiacenti. Nel corso di questi anni di guerra l’edificio ha subìto molti danni, alcune aule sono pericolanti e in tutte le stanze sono presenti gravi infiltrazioni. Vengono sostenuti i costi correnti della struttura e coperture economiche per alcune famiglie che non riescono a pagare la retta mensile.

Beneficiari raggiunti
30 bambini iscritti all’asilo e rispettive famiglie; 3 insegnanti

Knaye

• 15) Centro di emergenza Pro Terra Sancta – Knaye e Yacoubieh (privincia di Idlib)

Descrizione Progetto
Presso il convento di Knaye, si è attivato un social/emergency center, il quale si occupa della distribuzione di cibo, medicine, vouchers per acquistare gasolio per elettricità e riscaldamento, vestiti, detersivi e prodotti per l’igiene, pannolini e latte in polvere per bambini. I beneficiari vengono individuati seguendo i seguenti criteri: situazione finanziaria e numero di componenti della famiglia; numero di bambini presenti nella famiglia e numero di anziani; vedove con bambini a carico; madri con marito in guerra.

Beneficiari raggiunti
260 famiglie supportate con acqua, elettricità, riscaldamento + 60 famiglie sfollati interni ospitate in convento nel corso dell’anno.
70 bambini e rispettive famiglie; 65 studenti e 11 insegnanti locali.

• 16) Asilo di Darkoush – Idlib

Descrizione Progetto
Attraverso la presenza francescana a Knaye, viene sostenuto un asilo nel villaggio di Darkoush, a sud di Idlib
– l’unica struttura di materna e infanzia funzionante nella zona. L’asilo accoglie bambini da 4 ai 6 anni, figli di famiglie musulmane poverissime. Il sostegno di ProTS ha previsto finora l’acquisto di armadietti, la riverniciatura delle aule e della sala mensa, l’acquisto di giochi e materiali didattici.

Beneficiari raggiunti
150 bambini che frequentano l’asilo + 6 insegnanti localiì

Lattachieh

• 17) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Latakia – Emergenza generale

Descrizione Progetto
Presso il convento francescano di Lattakia è stato attivato un social/emergency center, il quale si occupa della distribuzione di cibo, medicine e assistenza medica, vouchers per acquistare gasolio per elettricità e riscaldamento, vestiti, detersivi e prodotti per l’igiene, pannolini e latte in polvere per bambini. Un contributo viene dato anche ai ragazzi attraverso la copertura della maggior parte delle spese per materiale scolastico (libri, cancelleria, parte delle rette scolastiche). 2 collaboratrici di ProTS (Eva e Hinryette) sono direttamente coinvolte per le attività di progetto, insieme con alcuni volontari. I beneficiari vengono individuati seguendo i seguenti criteri: situazione finanziaria e numero di componenti della famiglia; numero di bambini presenti nella famiglia e numero di anziani; vedove con bambini a carico.

Beneficiari raggiunti
380 famiglie aiutate con food e non food items, affitto mensile casa; 45 ricevono latte e pannolini.
130 persone al mese aiutate con medicine e assistenza sanitaria.
150 studenti e rispettive famiglie.

• 18) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Latakia – Dispensario medico

Descrizione Progetto
In collaborazione con AVSI e la nunziatura apostolica a Damasco, è stato attivato all’interno del centro un dispensario medico, che vedrà

Beneficiari raggiunti
380 famiglie aiutate con food e non food items, affitto mensile casa; 45 ricevono latte e pannolini.
130 persone al mese aiutate con medicine e assistenza sanitaria.
150 studenti e rispettive famiglie.

• 19) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Latakia – Supporto e sviluppo donne

Descrizione Progetto

Beneficiari raggiunti
15 donne aiutate nella formazione life skills e inserimento lavorativo.
30 donne hanno frequentato il corso di taglio e cucito di 6 mesi e aiutate poi per inserimento lavorativo.
50 donne aiutate con corsi di formazione e grant per avvio al lavoro.

• 20) Lattakia Summer Camp – centro ricreativo e di supporto psicologico per bambini

Descrizione Progetto
Il progetto, si è rivolto finora a ragazzi di famiglie di sfollati interni, ha proposto attività di recupero e riabilitazione attraverso laboratori di arte, sport e cucina, coinvolgendo anche insegnanti e personale specializzato.

Beneficiari raggiunti
200 ragazzi/giovani sfollati interni + 22 insegnanti e staff specializzato coinvolti + 12 bambini orfani assistiti annualmente

Libano

Beirut

• 21) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Gemmaize – Emergenza generale

Descrizione Progetto e attività
Il social/emergency sorge all’interno del complesso del convento di Gemmaize, dove sono state recuperate due stanze per gli uffici di Pro Terra Sancta. Lavorano circa 10 persone tra staff fisso e collaboratori.

Beneficiari raggiunti
650 famiglie di Beirut, Tripoli e Tiro raggiunte dalle distribuzioni e gli aiuti di beni di prima necessità.
35 case riparate e 35 famiglie che sono tornate a vivere in sicurezza presso le proprie abitazioni.
350 persone aiutate con medicine e copertura di spese mediche.
80 borse di studio per studenti bisognosi nell’area di Beirut.
50 borse di studio per gli universitari bisognosi nell’area di Beirut e Harissa.

• 22) Franciscan Care Center – Centro di riabilitazione psicologica per bambini

Descrizione Progetto
Il centro di riabilitazione psicologica per bambini, denominato Franciscan Care Center, è in funzione anche a Beirut da novembre 2021. 4 stanze e un grosso salone sono stati recuperati

Beneficiari raggiunti
200 bambini iscritti e assistiti presso il centro di riabilitazione di Hama, in maggioranza musulmani.
40 giovani tra i 25 e 35 anni aiutati con supporto psicologico e aiuto per inserimento lavorativo, life skills.
15 persone locali specializzate coinvolti (educatori, insegnanti, psicologi, allenatori, artisti).

• 23) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Gemmaize – Progetto educativo (2022)

Descrizione Progetto
Ipotesi di un progetto più ampio di educazione e dopo-scuola.

Beneficiari raggiunti
200 bambini coinvolti.

Tripoli

• 24) Centro di assistenza Pro Terra Sancta – Dispensario medico

Descrizione Progetto
All’interno del complesso del convento di Tripoli, 3 locali sono appena stati rinnovati e adibiti a dispensario medico, attivi due giorni alla settimana con 3 dottori disponibili (incluso pediatra) e distribuzione di medicine.

Beneficiari raggiunti
250 persone aiutate nel primo mese, incluso 70 bambini.

• 25) “Centro Sportivo San Francesco” – El Mina

Descrizione Progetto
Presso il convento di San Francesco, a Tripoli, è presente un ampio centro sportivo composto da: un campo da calcio, un campo da basket, un’area parco-giochi. Il centro sportivo è di grande importanza nel quartiere e viene attualmente frequentato da bambini e ragazzi cristiani e musulmani e provenienti da famiglie libanesi, siriane e palestinesi. Si intende sostenere il miglioramento e ampliamento del centro, volto a supportare l’inizio dei lavori per sistemare gli spazi di gioco, coprire i campi e rinnovare lo spogliatoio e organizzare tornei e corsi di sport.

Beneficiari raggiunti
300 bambini e giovani provenienti da famiglie povere libanesi e rifugiati palestinesi e siriane hanno usufruito, quando possibile, dei campi e degli allenamenti organizzati proposti dal centro.

• 26) Supporto educazione – Tripoli

Descrizione Progetto
In collaborazione con scuole locali (Tripoli, Adonis, Carmelitani, Gbaleh, Menjez) sono state istituite borse di studio durante l’anno a supporto degli studenti e famiglie più bisognose.

Beneficiari raggiunti
100 borse di studio per i bambini e famiglie più bisognose.

• 27) Centro PAD – Gbaleh, Tripoli

Descrizione Progetto
Supporto al centro di recupero psicologico PAD, istituito presso il complesso della scuola delle suore di Ivrea di Gbaleh.

Beneficiari raggiunti
40 famiglie aiutate da psicologi e professionisti in un percorso di riabilitazione psicologica.

Tiro

• 28) Centro culturale a Tiro

Descrizione Progetto
All’interno del complesso del convento di Tiro, si intende recuperare un grosso salone-cinema ed adibirlo a centro culturale e spazio per eventi per giovani e incontri aperti.

• 29) Panetteria a Deir Mimas

Descrizione Progetto
Si intende finanziare e realizzare una panetteria che sia operativa per i poveri di Tiro e Deir Mimas, coinvolgendo 7 persone locali nella produzione di pane e altri pasti caldi per le famiglie povere della zona.

Beneficiari raggiunti
150 famiglie raggiunte settimanalmente.

STIPENDI ORDINARI DELLA CUSTODIA DI TERRA SANTA

Stipendi mensili di circa 1.020 impiegati in Israele e Palestina divisi tra 15 scuole (60 % del numero totale degli impiegati), 4 Case Nove per pellegrini (20 % del numero degli impiegati), 80 santuari, 25 parrocchie e tante attività varie.
Durante la pandemia del COVID i dipendenti con residenza in Israele hanno potuto beneficiare di una forma di cassa integrazione (halat) fino all’ottobre 2021 che lo Stato pagava loro e corrispondeva al 70% dello stipendio. I lavoratori dello Stato di Palestina invece erano totalmente privi di welfare. Per questo la Custodia ha scelto di continuare a pagare la metà dello stipendio degli impiegati dei territori palestinesi rimasti a casa e ovviamente il 100% di quelli che potevano venire al lavoro, ha cercato anche di far lavorare nei conventi e nelle opere di restauro soprattutto cristiani palestinesi provenienti dalla West Bank per garantire un sostentamento alle loro famiglie. Questa scelta grava ovviamente sull’economia della Custodia in un tempo in cui non ci sono introiti dai santuari per l’assoluta mancanza di pellegrini da fine febbraio 2020.

Condividi
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Le nostre riviste

Terrasanta 3/2024
Maggio-Giugno 2024

Il sommario dei temi toccati nel numero di maggio-giugno 2024 di Terrasanta su carta. Al centro, un dossier dedicato allo studio dei graffiti lasciati nel corso dei secoli dai pellegrini sui muri dei maggiori santuari di Terra Santa.

Terrasanta 3/2024
Terrasanta 2/2024
Terrasanta 1/2024
Terrasanta 6/2023
Terrasanta 5/2023

Eco di Terrasanta 3/2024
Maggio-Giugno 2024

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un'offerta o fanno una donazione a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Eco di Terrasanta 3/2024
Eco di Terrasanta 2/2024
Eco di Terrasanta 1/2024
Eco di Terrasanta 6/2023
Eco di Terrasanta 5/2023

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere aggiornamenti
sulle attività della Chiesa di Terra Santa

ISCRIVITI