Case per i più bisognosi

Case per i più bisognosi

Grazie alla Colletta del Venerdì Santo la Custodia può far fronte al bisogno concreto di molte famiglie di avere case dignitose nella loro terra, rispondendo a una vera e propria emergenza umanitaria e abitativa. Un modo molto concreto per conservare la presenza cristiana proprio dove il cristianesimo è nato.

Betlemme
Proseguono: i progetti a sostegno del consultorio familiare parrocchiale; il progetto rivolto a più di 20 ragazzi (età 6-12), provenienti da famiglie in difficoltà; assistenza medica per le famiglie in gravi difficoltà economiche; ristrutturazione delle case appartenenti alle famiglie più bisognose.

Appartamenti per i bisognosi e le giovani coppie

Gerusalemme
Città Vecchia. Continua il lavoro di ristrutturazione delle case della Città Vecchia con lo scopo di migliorare le condizioni di vita dei residenti: ristrutturazione completa di 7 abitazioni (4 nel 2015, 3 nel 2016, 7 nel 2018); ristrutturazione parziale di 6 abitazioni (2 nel 2015, 4 nel 2016, 5 nel 2017-18); ristrutturazione degli esterni di 5 edifici.
Ristrutturazione degli esterni (facciate, copertura, ecc) 11.
Dar al Consul renovation project
. In corso la ristrutturazione del complesso residenziale nella Città Vecchia, con 40 appartamenti e un piano terra in disuso. L’area del progetto è di circa 2500m2

– Classe A ristrutturazione con interventi maggiori per 14 abitazioni (in corso di cui 5 completati)
– Classe B ristrutturazione con interventi medi per 16 abitazioni (in corso di cui 8 completati)
– Classe C ristrutturazione con interventi minori per 10 abitazioni (in corso di cui 4 completati)
– Ristrutturazione esterni di 6 edifici in corso (di cui 3 completati)

Dar el Kbire: Progettazione dell’ampliamento dell’edificio di 300-400m2 e dell’intervento migliorativo sulle 19 abitazioni esistenti (6 sono completate). L’area totale interessata dal progetto è di circa 2500m2.

Tumian Palace: In progettazione l’ampliamento dell’edificio con la realizzazione di 3 piani aggiuntivi e 800m2 ad uso residenziale.

Abu Geries: In fase di progettazione l’intervento di ampliamento dell’edificio con la realizzazione di 750m2 destinati a uffici, ristorazione e negozi.

Saint James housing project di Beit Hanina: si tratta di un complesso di 6 edifici con un totale di 42 appartamenti divisi su 3 livelli. Ottenuto il permesso di costruzione per due piani aggiuntivi in ciascuno degli edifici, per un totale di 24 appartamenti. In corso la progettazione esecutiva per sopraelevazione.

Betfage (Monte degli Olivi): 10 nuovi appartamenti realizzati, un ampliamento di circa 750m2 del complesso residenziale costituito da 10 edifici; realizzazione del muro a protezione della proprietà.

Pisgat Zeev housing project: Progettazione del nuovo complesso residenziale con 70-80 unità abitative e 300m2 per uso commerciale.

Giaffa
In corso di realizzazione: the Franciscan Neighborhood: ottenuto il permesso di costruzione di 124 appartamenti destinati alle famiglie cristiane della parrocchia. L’area totale degli appartamenti sarà di circa 10.000m.

Nazareth
In corso di realizzazione: Karm el Sacheb housing Project: Progetto per la realizzazione di un complesso residenziale (chiesa, locali per uso sociale, 80 appartamenti per giovani famiglie).

Condividi
email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile
Le nostre riviste

Eco di Terrasanta 1/2021
Gennaio-Febbraio 2021

Il tabloid Eco di Terrasanta viene spedito a tutti coloro che sono interessati ai Luoghi Santi e che inviano un'offerta o fanno una donazione a favore delle opere della Custodia di Terra Santa.

Eco di Terrasanta 1/2021
Eco di Terrasanta 6/2020
Eco di Terrasanta 5/2020
Eco di Terrasanta 4/2020
Eco di Terrasanta 3/2020

Terrasanta 1/2021
Gennaio-Febbraio 2021

In anteprima, il sommario del numero speciale di Terrasanta, pubblicato in occasione dei primi cent'anni di vita della rivista della Custodia di Terra Santa. Un secolo in 114 pagine. Buona lettura!

Terrasanta 1/2021
Terrasanta 6/2020
Terrasanta 5/2020
Terrasanta 4/2020
Terrasanta 3/2020

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere aggiornamenti
sulle attività della Chiesa di Terra Santa

ISCRIVITI